Banche Dati: fai crescere la tua impresa

Il termine “banche dati” o “database” fanno, ormai parte del linguaggio comune e stanno ad indicare un complesso sistema di dati memorizzati in un elaboratore elettronico. Tali dati non sono vengono immagazzinati, ma vengono soprattutto resi disponibili per diverse operazioni. Servono per avere una panoramica a livello internazionale su un determinato argomento o segmento di mercato, a recuperare informazioni su tematiche specifiche. Sono, sostanzialmente, “archivi elettronici di dati, omogenei per contenuto e per formato, strutturati logicamente in modo tale da poter essere ricercati attraverso uno o più criteri o parole chiave”.3332644561_c9d5041d02

Attraverso processi informatici, le banche dati raccolgono e organizzano informazioni di diversa natura. Possono contenere: registrazioni bibliografiche, spogli, abstract o full text relativi a progetti specifici già sviluppati o in via di sviluppo. Sono pezzi di puzzle che se combinati alla giusta maniera offrono una chiave di interpretazione dell’insieme.

Ogni banca dati ha una propria interfaccia di ricerca, ma sostanzialmente le modalità di ricerca sono il searching, l’interrogazione di uno o più campi del record o a browsing, che prevede uno scorrimento di liste.

Esistono diverse tipologie di data base, non solo da un punto di vista di ambiti operativi, ma anche a seconda della localizzazione fisica o meno dell’archivio e delle modalità di accesso ad esso. Ci sono dunque banche dati ad accesso locale e banche dati ad accesso remoto. Si differenziano, altresì, per tipo di informazioni contenute il che comporta la creazione di banche dati primarie con accesso diretto al documento e banche dati secondarie che contengono descrizioni di documenti.

Per consultare efficacemente le banche dati è necessario acquisire una conoscenza di base dei linguaggi e delle tecniche di organizzazione del materiale e di recupero dell’informazione. Una formazione che la nostra impresa opera contestualmente ad ogni progetto, tarandola, tra l’altro, in base alle esigenze e al grado di conoscenza dei clienti. Sempre più spesso le banche dati vengono utilizzate per verificare la correttezza dei dati a nostra disposizione. Un versante da non sottovalutare. Se non sono aggiornati, qualsiasi operazione intrapresa può rivelarsi inconcludente o trasformarsi in un costo per l’azienda.

Add a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *